Contributo volontario A.S. 2020/2021 – programmazione

Gentilissimi genitori, anche quest’anno la Nostra scuola, dando seguito alla delibera unanime n. 20 del Consiglio di Istituto del 17 dicembre 2020, ha chiesto alle famiglie degli alunni un “contributo volontario” annuale a favore della progettualità dell’Offerta Formativa, delle dotazioni informatiche e ludiche per i plessi. L’Istituzione Scolastica, ha individuato le priorità che annualmente si rilevano all’attenzione degli OO.CC. e ha presentato una proposta di beni e/o di attività da realizzare nell’anno scolastico 2020/2021, presentando un propria programmazione in sede di Consiglio di Istituto.

Tutti i progetti presentati dai docenti dell’IC sono stati autorizzati.

La scelta di aspettare il nuovo Esercizio Finanziario 2021 per comunicare l’importo di € 20,00 a famiglia e € 30,00 per gli iscritti alla classe ad indirizzo musicale, nasce dall’esigenza di raccogliere i bisogni di ogni ordine di scuola, senza precludere nessuna possibilità di intervento nonostante il momento delicato nei contesti di comunità. Ci sembra doveroso portare le S.V. a conoscenza dei passi che ci hanno guidato, dopo un’attenta verifica sui dati degli attuali contributi versati, al fine di meglio analizzare e comprendere le priorità e l’identità di una comunità scolastica come la Nostra nel rispetto degli organi collegiali preposti. Ci siamo resi conto che molte famiglie non hanno ancora versato nessun contributo nonostante si sia appena concluso il periodo di scadenza. Comprendiamo le difficoltà e le ristrettezze che molte famiglie stanno vivendo in questo momento, ma vorremmo ricordare a tutti che la Scuola è a fianco dei genitori, progetta e sviluppa aspetti importantissimi nella vita dei nostri alunni con sobrietà. La nostra riflessione, senza alcuna pretesa di risolvere la questione, cerca di spiegare l’importanza del “contributo volontario” premettendo che viviamo in tempi difficili e di totale sfiducia nei confronti delle istituzioni. Questo ci mette nella condizione di chiarire che gli Organi Collegiali della scuola, sono chiamati a deliberare la richiesta di tale contributo per “arricchire” il servizio scolastico, l’Offerta Formativa specifica del nostro territorio come comunità scolastica e di fornire ai nostri alunni il massimo delle possibilità. La nostra scuola programma e offre attraverso il Collegio Docenti e il Consiglio d’Istituto un migliore funzionamento, maggiori competenze e un arricchimento formativo e strumentale che “vivacizza” i processi di insegnamento-apprendimento. Le attività finanziate con il contributo ricadono in maniera verticale su tutto l’Istituto Comprensivo, partendo dall’accoglienza degli alunni che accedono alla scuola dell’infanzia sino ai ragazzi e alle ragazze che vengono orientati verso la scuola secondaria di II grado. Le attività didattiche che nel corso di questo anno stiamo realizzando e vorremmo continuare a fare, si basano:  

-sull’implementazione dell’uso delle LIM nelle scuole dell’infanzia dove si stanno registrando esperienze significative sullo sviluppo del tema digitale (dal coding alle pratiche delle neo avanguardie) che meritano di essere estese a tutti i nostri piccoli utenti;

– sulle tematiche collegate agli aspetti della sicurezza per l’emergenza sanitaria che ci portano con estrema velocità a riprogrammare gli spazi esterni delle nostre scuole e a rivalutare la possibilità di attrezzare le aree con giochi e arredi certificati che possano maggiormente consentire di vivere gli spazi esterni attraverso pratiche didattiche, momenti di defaticamento e di libertà (dalla scuola dell’infanzia alla scuola primaria);

-sull’utilizzo di specifico materiale per le attività didattiche (fotocopie, piccoli sussidi e libri per l’attività scolastica) dalla scuola dell’infanzia alla scuola secondaria di I grado;

– sulla partecipazione ad innovativi progetti didattici, con la possibilità di implementare gli ausili per i bambini che hanno specifici bisogni educativi e didattici dalla scuola dell’infanzia alla scuola secondaria di I grado.

Naturalmente la scelta di una scuola come la nostra, in un anno molto delicato, di non fermare e di non rallentare la progettualità dei team e dei CdC, nasce da un sentimento di riscatto, di rinascita e di continuità dopo i mesi di lockdown. Al fine di agevolare un sistema partecipativo che possa essere ampiamente rappresentativo di tutte le volontà e di tutte le componenti, abbiamo mantenuto la possibilità di versare autonomamente questa quota volontaria e/o di raccordarsi con i rappresentanti dei genitori per poter dare loro modo di spiegare le intenzioni della scuola rispetto a questa “richiesta”.  Ricordiamo che da diversi anni la quota di euro 20,00 e di euro 30,00 è comprensiva della quota assicurativa che quest’anno abbiamo richiesto prima proprio per separare i costi di copertura assicurativa da quelli di arricchimento formativo, sulla base delle molteplici proposte pervenute dalle scuole. Siamo sicuri che la risposta di molte famiglie che non hanno ancora versato il contributo, non è riconducibile alla quota di 5,00 euro in più, ma alla mancata dichiarazione di cosa ci farebbe la scuola con questa cifra, in un’ottica di condivisione. Proprio per questo ai membri del Consiglio di Istituto, abbiamo fornito in un contesto di trasparenza della gestione finanziaria e di corretta informazione agli interessati, il quadro complessivo dell’utilizzazione dei contributi che le famiglie avrebbero versato come “contributo volontario” per l’a. s. 2020/2021 su un totale di 1.039 alunni, nell’ordine di grandezza deliberato. Siamo certi che ognuno di noi aspetterà la rendicontazione e la ricaduta tangibile nella vita delle classi e delle sezioni di tutti i nostri “ragazzi”, senza pensare ad una parcellizzazione ma con la consapevolezza di far parte di un “comprensivo”. Questa riflessione ci dovrebbe portare ad un’analisi reale di rendicontazione sociale che ci faccia diventare virtuosi partendo dalla reciproca conoscenza, attraverso la progettualità della scuola e il supporto delle famiglie. Annualmente e triennalmente ci daremo appuntamento al fine di conoscere e rivedere la missione e la “vision” di ogni componente.

Si ringrazia quanti vorranno ancora contribuire e realizzare queste priorità nel corso di questo anno scolastico, con un versamento sul c/c bancario dell’Istituto, presso la Banca Cassiera “EMIL BANCA”:

COD. IBAN IT 70 I 07072 02404 038000012744

Di seguito gli impegni da realizzare nel corso di questo esercizio finanziario, con il CV:

Carta per fotocopie
(Per l’attività didattica delle 48 classi/sezioni/progetti/iniziative/concorsi)
€ 3.000,00
Acquisto n. 6 LIM scuole dell’infanzia
(N. 2 Fresu e n. 4 La Mela)
€ 9.500,00
Manutenzione LIM presenti nell’IC (n. 2 infanzie – 25 Frank – 15 Matteucci)€ 1.000,00
Materiale didattico – giochi e attrezzi per ogni classe/plesso – tastiere pc – proiettori, etc.€ 6.700,00
Materiale sanitario per ogni plesso – cassette di emergenza e punti di medicazione (Ghiaccio, cerotti, garze, disinfettante, etc.)
€ 580,00
Strumenti musicali, relativa manutenzione, apparecchiature, etc.€ 3.000,00
Totale€ 23.780,00